Comunicazione e Fundraising nell’evoluzione digitale

Comunicazione e Fundraising nell’evoluzione digitale

Comunicazione e Marketing sono (quasi) sempre stati pensati come 2 comparti differenti, e anche nel Non profit la distinzione tra Raccolta fondi e Comunicazione ha (quasi) sempre avuto una certa distinzione.

Poco più di un anno fa, esattamente il 17 Marzo 2015, era stato lanciato un sondaggio sul gruppo Fundraiser’s d’Italia dove si cercava di capire se la Comunicazione e la Raccolta fondi dovessero avere un unico responsabile oppure responsabili separati ma comunicanti.

Il risultato di quella mini-indagine fu una sorta di parità tra chi sosteneva 2 responsabili separati ma comunicanti e chi sosteneva un unico responsabile.

Vedi immagine sotto.

Sondaggio responsabile Comunicazione e Fundraising

Si, due responsabili separati ma comunicanti ha avuto una discreta maggioranza, ma ad oggi le cose stanno ancora così? Anzi, ad oggi siamo sicuri che la domanda giusta sia se devono avere o meno due responsabili separati? La damanda forse dovrebbe essere un’altra.

Fundraising e Comunicazione sono ancora 2 comparti differenti?

Credo che la differenza tra fundraising e comunicazione non ci sia (quasi) più. Vi ispiego perchè. (E’ una mia considerazione e un discorso generico che non può essere adattato a tutte le ONP)

La crescita esponenziale dei mezzi digital, le nuove tecnologie, i social media, e tutti gli altri fenomeni dell’evoluzione comunicativa hanno reso ancora più frammentato un panorama già complesso di suo.

Donatori e Stakeholder, ormai, percepiscono i messaggi di una ONG/ONLUS/FONDAZIONE come una voce unica. Inoltre, grazie alle informazioni e recensioni reperibile online, la reputazione di un’associazione Non profit e quella del “Prodotto” che offrono si differenziano di poco, o quantomeno vanno di pari passo.

>> Leggi anche: La fine del Digital Fundraising

Ad oggi parlare di mercati e di marketing è forse un errore, oggi si dovrebbe parlare di persone e di come le persone comunicano, si informano, si relazionano e percepiscono una associazione.

Comunicazione Fundraising 2016

Rileggendo un articolo del Guardian di qualche mese fa Six communications trends NGOs should follow in 2016 e constatando i trend online che pian piano si stanno insinuando anche in Italia è possibile fare alcune considerazioni sul ruolo che la comunicazione avrà in futuro nel Fundraising o che la raccolta fondi avrà nella comunicazione. (l’ultimo forse, è troppo futuristico)

I 6 trends che le organizzazioni Non profit devono seguire nel 2016

  1. Il Digital prima di tutto, ma non dimenticare il lato umano e personale
  2. Il sito web di una organizzazione Non profit non è più il centro delle operazioni
  3. Immagini, infografiche e dati sono di incredibile supporto ad una ONP
  4. I donatori sono sempre più esigenti, la qualità dei contenuti deve aumentare
  5. Il Digitale è qui e si evolve, monitora l’impatto delle tue comunicazioni
  6. La realtà virtuale è in ascesa, inizia ad informarti su questa evoluzione

Comunicazione Fundraising Trends 2016

Ad oggi, una organizzazione Non profit, dovrebbe assicurarsi che il contenuto che produce venga reso disponibile sul maggior numero di piattaforme possibili, ma è vero anche che sia necessaria un’analisi specifica per capire quali sono i luoghi virtuali in cui è possibile riscontrare un impatto produttivo ed efficace.

Considerazioni sul ruolo della comunicazione e del fundraising

Per concludere, posso dire che “personalmente” vedo la comunicazione e la raccolta fondi orientati verso uno stesso piano, anzi in una proiezione ideale credo che il relazionarsi efficacemente con le persone sia la forma strategica migliore che serve sia alla comunicazione che al fundraising.

>> Leggi anche: Utilizzare Instagram per raccogliere fondi

Naturalmente in mezzo a tutto questo ci stanno Progetto, Canali, Prezzo, Branding, Promozione, PR, Analisi,  etc.. ma il sunto è che in futuro sarà necessaria sempre più una maggiore convergenza di intenti piuttosto che tendere ad essere dei sinonimi sovrapposti.

Chiudo con una frase di Ann Handley che credo sia il punto di partenza di ogni nuovo approccio di comunicazione e raccolta fondi.

Fai in modo che il donatore sia l’eroe della tua storia.

E tu come la pensi tra Comunicazione e Fundraising?

La fine del digital Fundraising
Up Next:

La fine del Digital Fundraising. Benvenuta Connected Donors

La fine del Digital Fundraising. Benvenuta Connected Donors